SOTTOMARINO NUCLEARE RUSSO: un incendio uccide 14 marinai

SOTTOMARINO NUCLEARE RUSSO: un incendio uccide 14 marinai

Quattordici marinai sono morti in un incendio scoppiato a bordo di un sommergibile destinato alla ricerca nelle acque territoriali russe. Lo riferisce il ministero della Difesa di Mosca. L’incidente è avvenuto lunedì sera su un sottomarino di base a Severomorsk, nel mare di Barents. Era impegnato in uno studio degli ambienti marini e del fondale degli oceani. Le persone rimaste uccise, tutte appartenenti all’esercito russo, sono state intossicate a seguito dell’incendio.

Secondo l’esercito russo, l’incendio è scoppiato durante un’operazione mirata a raccogliere dati sui fondali marini. Il rogo è stato poi domato e il sottomarino è rientrato nel porto di Severomorsk, nella regione di Murmansk. Le forze armate hanno avviato un’indagine per determinare le cause dell’incendio. L’incidente ricorda la tragedia del sottomarino a propulsione nucleare Kursk, affondato nel Mare di Barents il 12 agosto del 2000 con 118 persone a bordo, all’inizio del primo mandato di Vladimir Putin.

Secondo quanto precisato dalla autorità russe, le 14 vittime sono decedute per inalazione di gas combustile. Su quanto accaduto è stata aperta un’inchiesta, presieduta dal capo di Stato maggiore della Marina russa, Nikolai Yevmenov. Il presidente Vladimir Putin ha convocato con urgenza una riunione con il suo ministro della difesa e ha annullato tutti i suoi impegni in programma. Anche il vicepresidente americano Mike Pence, che si trovava in volo sull’Air Force2, è stato richiamato con urgenza a Washington, ma non è chiaro se quest’ultimo episodio sia connesso con l’incidente del sottomarino. Secondo l’agenzia russa Rbc, il mezzo coinvolto nell’incidente sarebbe un sottomarino a propulsione nucleare AC-12 Losharik in grado di raggiungere seimila metri di profondità.

TI E' PIACIUTO ?
complessivo : 0 media : 0

Lascia un commento

Chiudi il menu